Quanto costa un'infiltrazione di cortisone?

Quanto costa un'infiltrazione di cortisone?

Quanto costa un’infiltrazione di cortisone?

Il cortisone è un ormone utilizzato come farmaco per alleviare i sintomi di alcune patologie, la sua funzione è quella di ridurre o impedire la formazione di particolari infiammazioni modificando la risposta dell’organismo agli stimoli immunitari.

In genere, il cortisone viene somministrato quando insorgono casi gravi di allergie, artrite, asma, sclerosi multipla, problematiche della pelle e numerosi altri disturbi rischiosi per la salute e il benessere della persona.

Si tratta di un farmaco molto forte che, in alcuni casi, può salvare la vita se usato in tempo e nella giusta dose, ma quanto costa un’infiltrazione di cortisone?

Cortisone e cortisolo: cosa sono?

Il cortisone è un ormone appartenente alla classe steroidi e rappresenta uno dei farmaci di sintesi più importanti a disposizione della medicina; il cortisolo, invece, è un ormone prodotto dalle ghiandole surrenali ed è caratterizzato da una naturale attività antinfiammatoria e dalla sua naturale importanza per il funzionamento di numerosi processi che avvengono nel nostro organismo.

Il cortisone, dunque, è come un precursore del cortisolo e consiste in una sorta di sua “imitazione” finalizzata a ridurre gravi sensazioni di dolore, o gonfiore, a seconda del sintomo patologico in atto.

Come e quando assumere il cortisone

Il cortisone può essere assunto per via orale o attraverso iniezioni intramuscolari, creme, pomate e colliri.

Il cortisone viene prescritto dal medico per curare, in genere, stati infiammatori che accompagnano patologie croniche di natura reutomatologica, oppure dermatologica gravi. In altri casi, invece, viene assunto in stati d’emergenza per contrastare shock anafilattici, gravi reazioni allergiche e stati di ipersensibilità.

L’uso del cortisone non è consigliato nei pazienti che soffrono di tubercolosi, ulcera, psicosi, infezioni micotiche sistemiche, herpes oculare simplex, anastomosi intestinali o che, semplicemente, si mostrano più sensibili al farmaco.

Secondo la guida di Starbene, il cortisone agisce meglio e riduce i suoi effetti collaterali se assunto durante le prime ore del mattino poiché i livelli di cortisolo presentano un picco durante le prime ore del mattino, ma non sono esattamente uniformi nell’arco dell’intera giornata. 

Quali sono gli effetti collaterali del cortisone?

I possibili effetti collaterali del cortisone sono:

  • insonnia,
  • capogiri,
  • mal di testa,
  • aumento dell’appetito,
  • aumento della sudorazione,
  • difficoltà digestive,
  • nervosismo.

Se il cortisone viene somministrato per lungo tempo e con ampie dosi, i rischi sono:

  • miopatia, 
  • iperglicemia,
  • osteoporosi,
  • necrosi ossea,
  • aumento rilevante di peso,
  • maggiore rischio di contrarre infezioni,
  • cataratta, 
  • ipertensione oculare,
  • glaucoma.

Vantaggi del cortisone

I rischi derivanti dalle controindicazioni per la salute umana, evidenziano come l’uso del cortisolo sia raccomandato solo per brevi periodi e in casi in cui il suo uso si mostri strettamente necessario; i vantaggi del cortisone, infatti, riguardano la sua rapidità nell’intervento e la sua ampia efficacia nell’azione.

Per comprendere meglio quando ha senso una terapia a base di cortisone, è consigliato chiedere sempre il parere del medico rispetto allo stato della malattia del paziente.

Infiltrazioni di cortisone: perché si eseguono?

Le infiltrazioni di cortisone sono eseguite quando il paziente presenta patologie articolari gravi con infiammazioni estese, come l’artrite reumatoide, l’artrite psoriasica, l’artrite gottosa e l’acutizzazione dei processi artrosi.

Come si esegue e quanto dura un’infiltrazione di cortisone?

L’infiltrazione di cortisone si esegue attraverso un’iniezione direttamente nell’articolazione interessata dall’infiammazione in corso; l’ormone agisce entro le 24-48 ore successive, ma il suo effetto è breve poiché dura circa un mese.

L’infiltrazione di cortisone fa male?

L’infiltrazione di cortisone viene effettuata senza anestesia poiché non fa particolarmente male e dura pochi secondi, in genere può dare fastidio. Un dolore più intenso, invece, può essere causato nelle ore successive all’infiltrazione, ma può essere alleviato con del ghiaccio o prendendo del paracetamolo.

Quanto costa un’infiltrazione di cortisone?

Secondo una stima generale un’infiltrazione di cortisone costa all'incirca €100. 

Le infiltrazioni di cortisone possono essere eseguita soltanto in ospedale oppure in ambulatorio da parte del personale medico, in genere ad effettuarle è l'ortopedico.



Prezzi aggiornati al 05-01-2021

Hai trovato un errore o pensi che i prezzi siano sbagliati? Segnalacelo

Articoli correlati