Quanto costa una dentiera?

Quanto costa una dentiera?

Quanto si parla di una dentiera si fa riferimento a una protesi dentaria mobile, utilizzata comunemente per rimpiazzare in blocco i denti.

Questa struttura rimovibile è solitamente costituita da una base in resina acrilica, detta flangia, che va posizionata a contatto con le gengive. Su tale base poi saranno applicati i denti artificiali realizzati in ceramica o resina.

Quest’ultimi vengono appositamente lavorati per offrire a chi utilizza tale protesi, sia comfort a livello di masticazioni, sia un impatto estetico quanto più possibile realistico e poco appariscente. Proprio queste due caratteristiche rappresentano il motivo per cui molte persone, soprattutto un po’ in là con gli anni, si affidano alle dentiere.

In questo articolo, oltre a presentare in maniera generica queste installazioni, andremo a focalizzarci prevalentemente su quanto esse costano.

Perché mettere una dentiera

Con il passare degli anni, i denti tendono a cadere o a rompersi. Se per un singolo caso è possibile intervenire semplicemente installando un dente fisso, quando il problema comincia a diventare diffuso la qualità di vita del paziente può risentirne parecchio.

Il dover rinunciare a determinati alimenti e il fattore estetico, sono elementi che possono spingere una persona a optare per questa particolare soluzione. Inutile ribadire che da una corretta masticazione si prevengono tantissime patologie che coinvolgono il processo digestivo.

Non solo: se fino a qualche anno fa una dentiera poteva causare problemi a livello di tenuta, al giorno d’oggi esistono soluzioni di design, nonché adesivi e collanti, che permettono di rendere la tenuta della flangia sulla gengiva in modo ottimale. Affidandosi a un odontoiatra di professionalità riconosciuta ovviamente, il risultato finale si avvicina quanto più possibile a una dentatura naturale.

Dentiera mobile o fissa?

Ancora prima di approfondire il tema del costo di una dentiera, è bene considerare che queste protesi si suddividono in due distinte tipologie.

La dentiera mobile viene, in molti casi, considerata la soluzione più semplice nonché economica. Questo tipo di installazione, infatti, permette al soggetto di acquisire nuovamente buona parte della capacità di masticazione nonché offrendo una buona resa estetica.

Tutto rose e fiori? Non proprio. A livello di tenuta infatti, le dentiere mobili mostrano qualche limite. Talvolta, queste potrebbero muoversi mentre si parla o si mangia (soprattutto se si ha a che fare con alimenti particolarmente duri). Per un eventuale interlocutore e chi ne fa uso è sicuramente imbarazzante

Non solo: questa soluzione prevede visite periodiche per adattare la struttura ai cambiamenti fisiologici di gengive e di mandibola e mascella. Genericamente dunque, i costi di manutenzione per un impianto mobile sono un fattore da non sottovalutare.

La dentiera fissa. invece, va a sostituire in maniera definitiva l’arcata dentale o una parte della stessa. L’installazione, ovviamente, richiede un maggior esborso ed è accompagnata da un piccolo intervento di chirurgia orale.

A dispetto di ciò, il risultato finale per il paziente è una dentatura che si avvicina in maniera impressionante a quella naturale. É poi bene ricordare che sono necessarie alcune sedute per analizzare la fattibilità di tale impianto. Esami del sangue, robustezza dell’osso mandibolare e una radiografia panoramica sono il doveroso step per affrontare l’alloggiamento dei nuovi denti.

Quanto costa una dentiera?

I costi da affrontare per chi vuole installare una dentiera variano a seconda di diversi fattori. Innanzitutto, il prezzo è influenzato dalla dimensione della protesi, che può essere di pochi denti o ricoprire tutta un’arcata.

Poi vi sono i materiali specifici impiegati e il tariffario del singolo professionista, che può avere variazioni considerevoli anche a seconda della zona geografica in cui lo stesso opera. Prezzi troppo bassi potrebbero essere indice di un personale non qualificato e, proprio per questo, è bene accertarsi che il proprio dentista sia pienamente abilitato ad operare.

A grandi linee, possiamo affermare che una dentiera mobile capace di coprire 12 denti può costare sui 350-400 euro. A questi costi poi vanno aggiunti quelli legati alle periodiche visite per la ribasatura (circa 100-150 euro, a seconda del dentista).

Ovviamente, per i costi legati a una dentiera fissa invece, si parla di una cifra maggiore. In tal senso, si parte dai 700 euro in su. Vista la natura particolare di questo impianto, come abbiamo visto nell’articolo dedicato, costi e tipologia di intervento possono variare in maniera considerevole.

Che si tratti di fissa o mobile, va tenuto anche conto che, con un utilizzo prolungato, anche i denti artificiali possono subire rotture. In tal senso, generalmente, è possibile effettuare una sostituzione per una cifra che si aggira intorno ai 45-60 euro.

A queste somme poi vanno ovviamente aggiunte le visite di controllo post operazione (per quanto concerne l’impianto fisso) e di controllo e manutenzione (per quanto concerne le dentiere mobili).



Prezzi aggiornati al 09-10-2021

Hai trovato un errore o pensi che i prezzi siano sbagliati? Segnalacelo