Quanto costa l'hoverboard?

Quanto costa l'hoverboard?

Quanto costa un hoverboard

L’hoverboard è un mezzo di trasporto che, sempre più frequentemente, si può vedere circolare per le strade delle nostre città.

Si tratta di dispositivi costituiti da due ruote collegate tra loro da una o due piattaforme che ospitano i piedi del guidatore. Attraverso un sensore, è possibile gestire il movimento dell’hoverboard direttamente spostando il proprio peso, semplicemente direzionando il corpo in avanti per aumentare la velocità.

Se nel 2014 questo tipo di mezzo è apparso timidamente per le strade della Cina, nel 2015 questi erano già largamente diffusi e apprezzati anche negli Stati Uniti. Come prevedibile dunque, nel giro di pochi mesi, questo settore è diventato un fenomeno di portata globale, giungendo anche con successo nel vecchio continente.

In questo articolo cercheremo di capire tutti i costi legati agli hoverboard, analizzando le caratteristiche che determinano la natura più o meno economica di tali dispositivi.

Perché comprare un hoverboard

Appare innegabile che, l’interesse e l’attrattiva legata a questi veicoli, è data da una semplice moda. Con l’utilizzo di questi da parte di alcune star d’oltreoceano, l’attenzione dei consumatori si è focalizzata su questi dispositivi bizzarri ma che, al contempo, risultano alquanto funzionali.

Tra i principali vantaggi legati all’uso degli hoverboard possiamo citare:

  • La semplicità di utilizzo, caratteristica che rende tale dispositivo alla portata di qualunque utente, nonché estremamente divertente da praticare;
  • la manutenzione, che è estremamente semplice (basta una controllata a batterie e copertoni per garantire un impiego sicuro);
  • l’agilità e la maneggevolezze, peculiarità che rendono l’hoverboard un mezzo ideale per muoversi in contesti urbani anche piuttosto trafficati;
  • la sua natura ecologica, funzionando attraverso energia elettrica (tra l’altro anche abbastanza economica).

Diversi modelli poi, offrono anche funzioni alquanto intriganti per quanto riguarda l’intrattenimento. Per esempio, esistono hoverboard in grado di collegarsi attraverso Bluetooth con uno smartphone e, grazie a  degli speaker, trasmettere brani musicali. 

Chiaramente è raccomandata la prudenza, perché seppur di velocità ridotta, il pericolo nel traffico è sempre in agguato e la concentrazione deve essere massima.

Come scegliere un hoverboard

Trattandosi di prodotti tecnologici di un certo livello, in fase di acquisto va fatta grande attenzione alle specifiche tecniche di ogni modello. In tal senso, di seguito proponiamo quelli che sono alcuni dei parametri più importanti per scegliere un hoverboard.

La caratteristica più importante in fase di selezione, risultano senza dubbio i materiali di costruzione. Sotto questo punto di vista va calcolato non solo il semplice telaio, ma anche le ruote, le componenti interne, i sensori e tutta l’elettronica.

Sotto questo punto di vista, se non si è particolarmente esperti di meccanica o di elettronica, è possibile affidarsi alle recensioni di chi ha già acquistato un prodotto oppure optare direttamente per un brand particolarmente affermato nel settore (dunque che offre di base un minimo di garanzia in tal senso).

La batteria può assumere un’importanza più o meno elevata a seconda del tipo di utilizzo che si fa del veicolo. Se l’utente intende usare lo stesso esclusivamente per divertimento, tale caratteristica non assume grande importanza. Di contro, se l’intenzione è di effettuare spostamenti impegnativi, diventa rilevante il problema  dell’autonomia che può influenzare in maniera maggiore l’eventuale acquisto.

Fattori come peso e dimensioni, possono inoltre essere considerati importanti quando si tratta di riporre il dispositivo in casa dopo che lo stesso ha svolto il proprio compito. Inoltre, un hoverboard più leggero, può risultare più maneggevole, soprattutto se il guidatore non è dotato di una stazza significativa.

Non va poi trascurata del tutto la potenza del veicolo, così come la velocità massima raggiungibile. Esistono hoverboard che sono considerabili dei semplici giocattoli, altri che invece rientrano pienamente nella categoria dei mezzi di trasporto. Nel caso di utenti particolarmente giovani o inesperti, è consigliabile mantenere queste specifiche tecniche su livelli relativamente bassi.

A quanto appena detto poi, si collega anche il discorso sicurezza. Sotto questo punto di vista è consigliabile acquistare un hoverboard dotato di luci LED, utili per rendere il veicolo maggiormente visibile anche in caso di luce scarsa.

Infine, è possibile citare il design come un fattore, seppure non primario, in fase di scelta. Esistono infatti prodotti dotati di un manubrio per facilitare il posizionamento sulle pedane, molto pratico soprattutto per chi non è mai salito su un veicolo a due ruote o di altre soluzioni ergonomiche particolari.

Quanto costa l'hoverboard

Il costo di un hoverboard è difficile da stimare, vista la varietà di prodotti che questo settore offre al pubblico. Oltre alle suddette caratteristiche poi, vanno considerati altri elementi che possono influenzare il prezzo che è necessario sborsare.

Alcuni brand prestigiosi infatti, possono far lievitare il prezzo del prodotto in maniera sostanziosa. Basti pensare che anche aziende blasonate come Lamborghini propongono un proprio hoverboard.

Se l’utente vuole “accontentarsi” di un modello base, con specifiche tecniche standard, è possibile ottenere un prodotto a una cifra che parte dai 150-170 euro. Per ottenere un rapporto qualità-prezzo equilibrato però, è difficile scendere sotto i 250-300 euro. Con un budget del genere infatti, solitamente è possibile trovare veicoli già fruibili come veri e propri mezzi di trasporto.

Chi invece ha possibilità di spendere cifre superiori può sforare ampiamente sopra i 500 euro, superando anche i 1.000 eventualmente, per avere a che fare con veri e propri gioiellini tecnologici, dotati di funzioni e specifiche tecniche invidiabili.

Hoverboard e codice della strada

Trattandosi di un mezzo di concezione estremamente moderna, l’hoverboard è stato a lungo esente da qualunque tipo di regolamentazione riguardo la circolazione su strada.

In Italia, attualmente, la situazione è abbastanza nebulosa. Nonostante ciò esistono già delle direttive alle quali fare affidamento per utilizzare questa tipologia di mezzo. Secondo le leggi attualmente vigenti riguardanti monopattini e hoverboard, tali dispositivi devono sottostare ai seguenti canoni per circolare regolarmente sulle strade del nostro paese:

  • il motore elettrico deve avere una potenza nominale non superiore ai 500 Watt;
  • non deve essere presente un posto a sedere;
  • deve essere dotato di un limitatore di velocità che non consenta di superare i 25 chilometri orari;
  • la velocità massima nelle aree pedonali deve essere di 6 chilometri orari;
  • il dispositivo deve essere dotato di un campanello o comunque di un segnalatore acustico;
  • il prodotto deve avere il marchio CE;
  • a partire da mezz'ora dopo il tramonto (o di giorno, in caso di scarsa visibilità) l’hoverboard deve essere dotato di luci che lo rendono visibile agli altri mezzi.

Non è escluso che in futuro vengano rivalutate le normative, ma un consiglio che ci sentiamo di suggerire è di utilizzare sicuramente casco e protezioni del caso nonché di stipulare una qualche formula assicurativa.



Prezzi aggiornati al 04-01-2021

Hai trovato un errore o pensi che i prezzi siano sbagliati? Segnalacelo

Articoli correlati
Quanto costa il monopattino elettrico?
Quanto costa l'Xbox One?
Quanto costa google home?
Quanto costa un tablet?
Quanto costa Gta5?
Quanto costa un drone?